L’Acquedotto del Fiora minaccia il distacco a chi pratica l’obbedienza civile

Riceviamo dal “Comitato senese acqua bene comune” e volentieri pubblichiamo

L’Acquedotto del Fiora minaccia il distacco a chi pratica l’obbedienza civile per il rispetto del referendum: alcuni attivisti chiedono l’intervento del Sindaco

SIENA –In questi giorni alcuni cittadini che hanno aderito alla campagna nazionale di obbedienza civile lanciata dal Movimento per l’Acqua Bene Comune sono stati minacciati di distacco dell’approvvigionamento idrico da parte dell’Acquedotto del Fiora S.p.A. Questa mattina sono intervenuti alcuni attivisti del Comitato senese acqua bene comune durante il Consiglio Comunale a Siena per chiedere al Sindaco – che, lo ricordiamo, è anche responsabile della salute pubblica – di farsi garante affinché venga sospesa la minaccia di distacco, nel rispetto del referendum. Ma il Sindaco Bruno Valentini ha rifiutato l’invito.

Annunci

Il balletto sulle politiche economiche dell’UE

Continua quell’ormai consueto (e consunto) balletto di dichiarazioni e contro-dichiarazioni tra la Germania e i suoi partner in Europa sulle politiche economiche dell’UE.

Appena qualcuno degli stati membri (il nostro Renzi ne sta facendo un punto qualificante del suo programma in Europa) fa notare quello che ormai tutti hanno capito, cioè che se non cambiano le politiche del rigore e non si avvia la costruzione di una nuova Europa più democratica, integrata e coesa, ci ritroveremo presto a fronteggiare sempre di più il populismo reazionario e il nazionalismo di ritorno, si assiste ad una timida apertura da parte di Frau Merkel che fa la parte della comprensiva perché si rende conto che nelle mani tedesche stanno i destini dell’Unione Europea, immediatamente seguita però dalle drastiche chiusure dei suoi collaboratori – la solita Bundesbank e l’altra icona dell’austerità, il ministro federale delle finanze – pronti ad ammonire duramente contro ogni allentamento dei patti, anzi, rilanciando l’alta moralità di una ulteriore disciplina di bilancio.

Continua a leggere »

Solidarietà con i prigionieri Palestinesi in sciopero della fame

La traduzione della dichiarazione ufficiale

I membri del Parlamento Europeo [aderenti al GUE] chiedono il rispetto dei diritti fondamentali, della dignità e della lotta per la giustizia del popolo e dei prigionieri palestinesi.

Dallo scorso 24 aprile, circa 300 detenuti e prigionieri palestinesi, sono in sciopero della fame contro l’ingiusta detenzione amministrativa praticata da Israele. Si vuole così evidenziare la violazione di un accordo sottoscritto nel 2012 anche dallo stato israeliano, che stabiliva l’uso limitato della detenzione amministrativa, e che questa disposizione non poteva essere rinnovata senza nuove prove e senza che prima non ci fosse stata un’udienza davanti a un giudice militare.

Continua a leggere »

Saluti da Barbara Spinelli e una nota su Juncker

Lettera di Barbara Spinelli del 22 giugno

Care e cari,
anzitutto un affettuoso saluto e un ringraziamento per il sostegno e la fiducia che mi sono stati dati; è un ringraziamento che, tramite voi, estendo in primissimo luogo alle persone che ci hanno votato, rendendo finalmente possibile avere una rappresentanza parlamentare a tutti coloro che per tanti anni ne sono stati privati. Sento il vostro impegno come un riferimento essenziale che mi guiderà nel lavoro nel Parlamento Europeo, a fianco di Eleonora Forenza e Curzio Maltese.

Continua a leggere

Un sentiero stretto per i social-democratici in Europa

L’obiettivo principale della riunione dei socialisti europei in questi giorni a Parigi è stato quello di premere per imporre un certo riorientamento della politica economica europea in favore di una maggiore crescita e di meno austerità. “Le nostre priorità – ha spiegato Hollande alla fine dell’incontro – sono innanzitutto la crescita e l’occupazione, utilizzando tutti i margini e la flessibilità del Patto di Stabilità; fare in modo che l’occupazione giovanile sia VERAMENTE la priorità di bilancio dell’Europa e lanciare un ampio programma di investimenti per avviare in particolare la transizione e l’indipendenza energetica del continente”.

Continua a leggere

Osservatorio sull’Europa

Com’era largamente prevedibile nessuno dei cinque candidati alla presidenza della Commissione Europea ha riportato la maggioranza. Adesso sono necessarie le intese fra i gruppi parlamentari: il che vuol dire che il programma elettorale di ciascun candidato è praticamente azzerato e per l’ elezione sarà necessario presentare un originale programma di governo di coalizione. È sulla base di questo programma che si dovrà dunque costruire una maggioranza.

parlamento-europeo

Continua a leggere

Lettera aperta del Movimento Pansessuale: no al silenzio discriminatorio

Riceviamo dal “Movimento Pansessuale – Comitato Territoriale Arcigay Siena” e volentieri pubblichiamo

Movimento Pansessuale – Comitato Territoriale Arcigay Siena

Lettera aperta ai Cittadini di Siena, alle sue Istituzioni e alla politica, per dire basta ad ogni forma autorizzata di pensiero omofobico ed al silenzio discriminatorio

Nella giornata dedicata alla Festa internazionale della Musica e dell’Arcobaleno, prevista per Sabato 21, ci saremmo aspettati che tutta la città di Siena risuonasse di tante melodie, di canzoni e di allegria. Purtroppo dobbiamo invece constatare una forte nota stonata, un’intera ora di questa particolare serata dedicata al silenzio delle “Sentinelle in Piedi”, giunte per la seconda volta in meno di un mese a Siena per le loro veglie, caratterizzate da un assordante silenzio che non lascia spazio a nessun tipo di confronto.

Continua a leggere

Le ragioni ed i valori: ridare nuova vita a Fieravecchia.

Riceviamo da “Fieravecchia non si tocca” e volentieri pubblichiamo

fieravecchia-non-si-tocca

L’edificio di via Fieravecchia, attualmente sede della Biblioteca del Polo Umanistico, entra nel vissuto recente della nostra città, all’inizio degli anni ’70, con la sua elezione a sede della Facoltà di Lettere e Filosofia: una facoltà che venne pensata anche come polmone culturale per la città, dove tra aule e studi, avrebbero trovato spazio, laboratori per varie discipline, ed una vera e propria sala cinematografica.

Da allora Fieravecchia ha continuato ad esercitare la sua funzione di polo di formazione, di pensiero, di creazione e certamente ha contribuito all’invidiabile risultato che ha visto la nostra facoltà insediarsi stabilmente al primo posto della classifica nazionale delle facoltà di Lettere e Filosofia ed ovviamente l’Università di Siena, ai primi posti nelle classifiche nazionali, portando alla città un significativo contributo di presenze e di intelligenze.
E’ questo un risultato al quale la Biblioteca di Fieravecchia ha dato il proprio contributo non solo per incremento del proprio patrimonio ma parimenti per l’orientamento verso la gestione “a scaffale aperto”.

Continua a leggere