Su elezione di Mattarella – Non ci uniamo al ‘Te deum’

Contributo di Marco Revelli pubblicato su listatsipras.eu

Non ci uniamo al ‘Te deum’ prevalente in queste ore che seguono la quarta votazione in Parlamento. Non perché la persona di chi è stato eletto non abbia una propria dignità. Ma per almeno due ragioni politiche per noi dirimenti.

Sergio-Mattarella-Giorgio-Napolitano

In primo luogo perché dal punto di vista della subalternità o dell’autonomia rispetto all’Europa della Troika – che è la vera partita importante in questo delicatissimo momento – Mattarella non garantisce nulla. Non è certo una scelta di rottura rispetto alla pessima deriva precedente in cui i massimi vertici del nostro Paese sono stati fedeli esecutori delle direttive provenienti da Francoforte e da Berlino, con i guasti sociali e con il deficit di democrazia che sono sotto gli occhi di tutti.

Continua a leggere »

Annunci

Il 4 Febbraio contro il Ttip

di Monica Di Sisto *

* Vice­pre­si­dente dell’associazione Fair­watch, tra i pro­mo­tori della Cam­pa­gna Stop Ttip Ita­lia. Per fir­mare la peti­zione, leg­gere tutti i testi del trat­tato e le pros­sime ini­zia­tive: www​.stop​-ttip​-ita​lia​.net

Europa. Il trattato è il cavallo di Troia per imporre gli interessi dei più forti sui diritti di tutti nel cuore delle istituzioni europee

ttip-cavallo-troia-europa

Il 4 feb­braio la Com­mis­sione euro­pea rice­verà una visita a sor­presa. Dal 2 starà cuci­nando a Bru­xel­les insieme ai nego­zia­tori Usa l’ottavo ciclo di trat­ta­tive del Ttip, il Trat­tato tran­sa­tlan­tico che vuole imporre la più spre­giu­di­cata libe­ra­liz­za­zione di com­mer­cio e inve­sti­menti tra le due sponde dell’Atlantico. Quando si affac­ce­ranno entrambi sulla rotonda Schu­man, infatti, vedranno un gigan­te­sco cavallo di Troia soste­nuto da cen­ti­naia di atti­vi­sti delle cam­pa­gne Stop Ttip di Europa e Stati uniti, che in que­gli stessi giorni si incon­trano per capire come bloc­care le trat­ta­tive entro il 2015. Un com­mer­cio più libero tra le due sponde dell’Atlantico come ricetta anti­crisi, infatti, è il pre­te­sto con il quale le élite cor­po­ra­tive di Usa e Ue vogliono sot­trarre ai pro­pri cit­ta­dini il potere di deci­dere demo­cra­ti­ca­mente regole e livelli di pro­mo­zione sociale, ambien­tale ed eco­no­mica per tutti.

Continua a leggere »

Riunione comitato valdelsa – 29 gennaio

E’ convocata per stasera la riunione del Comitato Valdelsa Altra Europa dalle ore 21 presso la sede di Sel a Colle di Val d’Elsa in via di Spugna.
Quello che segue è il contributo di Massimo Garritano allo sviluppo dell’assemblea.

Stasera vorrei partire dall’accelerazione di queste ultime settimane. Credo che la campagna elettorale greca e la vittoria di Syriza abbiano confermato le ragioni di una lotta coerente e conseguente contro le logiche con cui la cosiddetta Trojka conduce le politiche economiche in Europa (dunque anche quelle sociali).

“Prima le persone” non era solo uno slogan elettorale. E’ una scelta politica concreta fissata nel programma di governo di Syriza.

Questo successo, oltre a rappresentare legittimo motivo d’orgoglio per chi ha sostenuto fin dal primo momento quell’esperienza, sin da quando ci veniva continuamente chiesto “Tsipras chi?”, deve essere una ulteriore spinta verso un orizzonte comune per una sinistra (o fronte sociale o coalizione civile come dir si voglia) che sostenga la Grecia, sostenendo in Italia e in Europa la richiesta di un cambio di paradigma complessivo delle politiche europee, che non si limiti a pietire micro percentuali di maggiore flessibilità nelle regole, ma si impegni a cambiarle, per un’Europa federata e democratica, che persegua altri obiettivi incentrati sulla solidarietà e sulla riduzione delle diseguaglianze, attraverso la redistribuzione della ricchezza e la lotta contro la finanza speculativa, per nuovi modelli economici e di relazioni internazionali.

Continua a leggere »

Assemblea generale dei Comitati Toscani Altra Europa

E’ stata convocata per domenica 1 febbraio presso il circolo Arci “Isolotto” di Firenze l’Assemblea Generale dei Comitati Toscani dell’Altra Europa che avrà, tra gli altri, il compito di definire l’appello per il lancio del percorso verso le elezioni regionali di maggio 2015.

DOMENICA 1 FEBBRAIO
dalle ore 14:30 alle 19:00
circolo ARCI “Isolotto”
via Maccari, 104, Firenze

(mappa)

Gli argomenti all’ordine del giorno:

  1. punto sulla situazione con riferimento a quanto successo dopo l’assemblea del 20 dicembre;
  2. prosecuzione gruppi di lavoro (A – gruppo programma, B – regole e criteri, con particolare riferimento ai criteri per individuazione candidato a presidente);
  3. proposte e individuazione di 2 persone dei comitati territoriali toscani per “Comitato di transizione” nazionale;
  4. proposta di appello definitivo per lanciare il percorso verso le elezioni regionali;
  5. costruzione dell’inziativa pubblica del 14 febbraio.

Un piano che uccide il rapporto alunno-docente

[Tratto dal Granello di Sabbia di Ottobre 2014: “La Buona ScuolAzienda”, scaricabile qui

DAL DIARIO DI UNA MAESTRA

“Io voglio una riforma che mi parli di schiere di bambini che cantano, passeggiano, che scoprono insieme la vita, la sua matematica e la sua poesia, la sua musica, i suoi abitanti fragili e meno fragili. Una riforma che liberi dal monitoraggio e dai quiz continui, che mi dia tempi e strumenti, spazi da frequentare ed abitare, senza i “lacciuoli” delle circolari e dell’orrendo registro elettronico, che fa attendere i miei alunni gli toglie il mio sguardo. Voglio una riforma che ridia fiato alla fantasia, all’individualità e ai tempi di ciascun bambino, che non mi costringa a diventare una burocrate perfetta….”

Ci sembra che in questo brano “vero” di diario siano condensate tutte le motivazioni che ci portano a respingere il piano Renzi che, con un linguaggio roboante e populista, pretende di dettare le linee guida del nuovo modello di scuola pubblica, stravolgendone l’impianto costituzionale e democratico, con una parificazione tra scuole statali e scuole private.

Continua a leggere »

“Cambia la Toscana, cambia la Grecia, per cambiare l’Europa”

Comunicato Stampa – 24 gennaio 2015

Comunicato Stampa del Coordinamento Toscano per la lista L’Altra Europa con Tsipras

Sosteniamo la possibilità di libera scelta del popolo greco di esprimersi sul programma di Syriza, probabile e auspicato vincitore delle elezioni che si terranno il 25 gennaio in Grecia, possibilità ostacolata dalle fortissime pressioni dei mercati finanziari.

Molti di noi partecipano (come moltissimi toscani) alla “Brigata Kalimera” in Grecia con l’intento di portare la nostra solidarietà all’esperienza del popolo greco, ma anche per apprendere come è possibile oggi, nel XXI secolo, costruire una sinistra, forte, di governo e alternativa alle politiche antipopolari dell’austerità sostenute dai governi di destra e centrosinistra.

Continua a leggere »

Come seguire la diretta sulle elezioni greche

Per chi è interessato a seguire i risultati delle elezioni greche in diretta, il sito Cambia la Grecia Cambia l’Europa ha organizzato una diretta a partire dalle ore 18.

Brigata Kalimera

In alternativa, è possibile seguire la diretta sulle frequenze di Radio Popolare Network:

Radio Popolare seguirà le elezioni in Grecia con una diretta, domenica 25 gennaio.

Già dalle 17.55 aggiornamenti e collegamenti con Federico Simonelli e Margherita Dean.

Alle 18, dopo la chiusura dei seggi seguiremo i primi risultati – exit pol e proiezioni – per proseguire dalle 19.50 alle 21.30 con le reazioni, le analisi e i commenti.

Riunione settimanale eccezionalmente mercoledì 21

La riunione del Comitato Senese dell’Altra Europa non si terrà, come di consueto, stasera alle ore 21, ma domani per permettere la partecipazione alla riunione del coordinamento toscano.

Ordine del giorno:

  • Situazione lista regionale
  • Relazione su assemblea nazionale di Bologna
  • Apericena in attesa dei risultati greci per domenica 25

Appuntamento, perciò, in via Aretina 61 alle ore 21 di mercoledì 21 gennaio.