Voti di Lista

Prosegui per vedere i dati aggiornati dei voti espressi alle liste nei comuni del collegio elettorale di Siena raccolti dai nostri rappresentanti.

Annunci

Sì se puede! Podemos è con Tommaso Fattori

“Il momento è ora. Tommaso Fattori”

pablo-iglesias

Pablo Iglesias, con una foto pubblicata su Facebook, esprime il suo appoggio al candidato alla presidenza della Regione della lista Sì – Toscana a Sinistra con un cartello con scritto “Il momento è ora. Tommaso Fattori”.

Tommaso Fattori ha commentato: “E’ un onore ricevere il sostegno di Pablo Iglesias, leader e segretario di Podemos, il movimento che sta cambiando la politica spagnola e che speriamo presto possa contribuire a cambiare l’Europa. Loro dicono ‘Sì, se puede’, lo diciamo anche noi in Toscana: ‘Sì se puede!’”.

Solidarietà a Mario Dimonte e a chi manifesta pacificamente contro l’odio razzista della Lega

Comunicato stampa

Ieri a Siena un’ennesima giornata triste per la civile convivenza democratica. Risulta infatti incomprensibile il comportamento delle forze dell’ordine che in una piazza tranquilla come quella senese hanno di fatto creato una inutile tensione. A che serve manganellare un gruppo di giovani che a mani alzate e viso scoperto urla pacificamente e a distanza il proprio dissenso contro gli istigatori all’odio razziale. La situazione come appare evidente anche dai filmati era del tutto sotto controllo e la protesta si svolgeva pacificamente .

Possiamo affermare con sicurezza che non è stato di nessuna utilità per l’ordine pubblico manganellare sul viso un ragazzo di 19 anni con le mani alzate, e ghermire, con così tanta forza e sicurezza da sembrare che proprio lui fosse l’obiettivo, il nostro candidato Mario Dimonte; li riteniamo dei fatti gravissimi.

Mario Dimonte

Non possiamo che essere solidali con chi manifesta pacificamente e contesta legittimamente i portatori d’odio della Lega e i rigurgiti fascisti con cui si accompagnano. Incomprensibile invece ci risulta la facilità di manganello esibita ieri e non vogliamo pensare all’esistenza di una strategia comunicativa, volta a trasformare Siena in una passerella per Salvini, creando dal nulla un fatto mediaticamente sensibile. Vogliamo piuttosto pensare che sia trattato di un errore di valutazione del responsabile forse dovuto alla troppa tensione che si riversa sulle forze dell’ordine.

Infine vogliamo per questo esprimere a Mario Dimonte tutta la nostra solidarietà e ribadire la fiducia nella sua azione politica.

Per queste ragioni oggi ci ritroveremo in Piazza Salimbeni alle ore 18.30 per esprimere solidarietà a Mario e tutti gli altri manifestanti e per una conferenza stampa nella quale esprimeremo le nostre posizioni su quanto accaduto.

Comitato Senese Sì – Toscana a Sinistra

Mario Marrocchi: “Gli amiatini hanno bisogno di ascolto”

Comunicato stampa

Amiata – Marrocchi “gli Amiatini hanno bisogno di ascolto, di scambio dialettico di idee e di punti di vista di chi alla loro terra, alla loro montagna sacra, rivolge giorno dopo giorno uno sguardo costante e sempre grato, sempre riconoscente”

Mario_Marrocchi

Oggi chiuderò la campagna elettorale sull’Amiata. Se questa è la terra più remota e dimenticata della circoscrizione, è giusto per me concludere così. Sinistra è stare dalla parte di chi ha bisogno.

Oltre tutto, è evidente che ciò di cui ha bisogno l’Amiata è solo di raccogliere le proprie forze e raccordarle con quanti, negli altri angoli della Toscana, dell’Italia, dell’Europa, del mondo, lottano perché le distanze socio-economiche si colmino, perché il pubblico sia strumento atto a compensare, a riequilibrare.

Le contraddizioni tra chi detiene il potere delle risorse economiche e chi non ce l’ha non credo che finirà mai. Certamente, il progresso sociale e culturale si è compiuto in ogni classe ma, purtroppo, anche il regresso non scherza! Si assiste a una sempre maggiore confusione di temi e di posizioni e c’è chi soffia sulle precarietà, sulle sofferenze della mancanza del lavoro, sul senso di insicurezza, speculando senza alcuna decenza su questi problemi, alimentando un conflitto tra poveri.

Sì – Toscana a sinistra non ha bacchette magiche né ricette facili in tasca; crede, però, nella necessità di un impegno solidale, nella possibilità di coniugare la tutela dei lavoratori con quella della loro salute, delle comunità, dell’ambiente; che si possa anteporre la politica all’economia, le scelte socialmente utili per tutti a quelle economicamente profittevoli per pochi; che l’energia debba essere un bene e non un problema. Che lo sviluppo delle conoscenze scientifiche e delle capacità tecnologiche, consenta oggi di pensare a nuovi modelli di sviluppo che tali siano, che consentano di stare meglio oggi e di lasciare un mondo più sano domani, un’eredità positiva alle prossime generazioni.

Qualcuno dice che la politica serva a dare una voce a chi non ce l’ha ma gli Amiatini la voce ce l’hanno eccome: hanno solo bisogno di ascolto, di scambio dialettico di idee e di punti di vista di chi alla loro terra, alla loro montagna sacra, rivolge giorno dopo giorno uno sguardo costante e sempre grato, sempre riconoscente. Le periferie dell’impero, i loro abitanti e quanti si aggirano per le terre di confine non dovrebbero mai dimenticare di unire le forze perché non c’è nessun cammino prestabilito, nella storia dell’umanità: il cammino, come dicono gli zapatisti, lo fa l’andare.

Grazie a tutti, fin da ora, per queste settimane intense che hanno ridato linfa alla voglia di fare politica, di fronte allo strapotere dell’antipolitica, strumento favoloso per chi voglia mantenere rendite di posizione dentro e fuori i palazzi.

Grazie per le critiche, per le domande, per il sostegno, per la simpatia; sono orgoglioso, da toscano meticcio, di essere stato scelto per concorrere ad essere una delle sue voci nel consiglio, cioè quello che dovrebbe rimanere il più bel luogo della politica, dove le diversità si incontrano, dialogano e poi cercano di fare la miglior sintesi per il bene comune.

Mario Marrocchi
candidato al Consiglio Regionale per Sì – Toscana a Sinistra

Stefano Rodotà sostiene Tommaso Fattori

“Ho appena saputo che Stefano Rodotà sostiene l’appello sottoscritto da molti intellettuali per la mia candidatura a Presidente della Regione Toscana. Ho sempre considerato Stefano Rodotà un maestro e il suo sostegno mi onora profondamente”. Lo ha annunciato sulla sua pagina facebook Tommaso Fattori, candidato per Sì Toscana a Sinistra.

“Non c’è nemmeno bisogno di chiedere”, ha detto il giurista nel sostenere l’appello “Per tornare ad essere protagonisti della nostra democrazia!” promosso da intellettuali dell’università, della cultura e della ricerca e che ha raggiunto ad oggi 180 firme (visibili su http://www.sinistratoscana.it/appello-per-sostenere-si-toscana-a-sinistra-per-tornare-ad-essere-protagonisti-della-nostra-democrazia/)

“La sfida è grande e l’impegno enorme: costruiamo insieme la Toscana dei diritti e dei beni comuni, il 31 di maggio – conclude Fattori – diciamo Sì: dopo Grecia, Irlanda e Spagna ora tocca a noi!”