Un pic-nic con Fattori e i candidati del Sì

Mail di Tommaso Fattori: “A tutte le candidate e i candidati del Sì: ringraziamento e invito a picnic!”

Care/i,
questa email è un ringraziamento e allo stesso tempo un invito.

Un ringraziamento, di cuore, per quello che avete fatto, senza risparmiare le vostre energie fisiche e mentali per un mese intero: le candidate e i candidati del Sì sono stati l’anima di questa campagna, il risultato che abbiamo ottenuto è un successo collettivo. Il vostro impegno sui territori, pur con le scarsissime risorse economiche a disposizione, è riuscito a compensare il silenzio mediatico – più spesso l’aperta ostilità – dei principali mezzi d’informazione nei nostri confronti riuscendo nel compito, tutto in salita, di far conoscere in pochissimo tempo, almeno ad una parte dei toscani, un progetto unitario e un simbolo nuovo, perdipiù non “trainato” da alcun progetto unitario nazionale che avesse visibilità e riconoscibilità nel paese (mentre i nostri concittadini venivano bombardati su TG e talk show da uno spettacolo con 3 o 4 protagonisti: Renzi, Salvini, Grillo e Berlusconi e i loro omologhi toscani). E così, in mezzo ad un panorama grigio e preoccupante, è spuntato il Sì e il nostro 6,3% di voti, con punte che vanno dal 10% al 12% nelle maggiori città della nostra regione.

Insieme siamo riusciti a gettare un seme importante e a metterci in cammino, per costruire in Toscana un’alternativa di governo al PD e alle destre.

Tutte le cose belle, solide e durature si costruiscono con il tempo e con la determinazione. Il referendum sull’acqua è stato il risultato di oltre 10 anni di campagna e di radicamento territoriale, così come la vittoria di Syriza in Grecia ha alle spalle 10 anni di lavoro e radicamento. Insomma, il nostro è solo un inizio, un bellissimo inizio, che ha suscitato attese e speranze in tante persone. Adesso sta a noi avere piena responsabilità di questo cammino, che era necessario avviare.

Avere cura del processo appena nato significa molte cose, di sicuro significa rimanere assieme, e costruire relazioni stabili fra noi. Nella grandissima parte dei collegi la campagna è stata armonica, solo da qualche parte vi è stato qualche attrito legato al meccanismo concorrenziale delle preferenze e all’eterogeneità dei soggetti che compongono il Sì, ma sono certo che ciò che unisce è ben superiore a ciò che divide.

Avere cura del processo significa anche mettere in piedi iniziative, elaborare progetti sociali che ci facciano tornare nei quartieri popolari e nelle periferie, inventarci forme di co-decisione che mettano in costante relazione gli eletti in consiglio regionale con tutti voi e con i territori. Ci sono molti terreni su cui abbiamo il dovere di sperimentare ed innovare.

E qui passo però all’invito, perchè non era mia intenzione farla troppo lunga: vorrei invitarvi ad un pranzo picnic “autocostruito”, per festeggiare l’inizio del nostro percorso comune, per trascorrere un pò di ore assieme lontani dallo stress elettorale e magari scambiare qualche idea, in tranquillità. Intendiamoci, l’intenzione non è quella di fare una riunione “mascherata” ma di trovare uno spazio di allegra convivialità dove, semmai, provare a fissare qualche appuntamento di lavoro vero e proprio nel prossimo futuro, per ragionare insieme di cosa fare e di quel che ci aspetta.

Pic-nic autocostruito significa che ciascuno e ciascuna di noi deve portare qualcosa da mangiare da condividere con gli altri e qualcosa da bere, pure da condividere. Sarebbe troppo complesso definire chi porta gli antipasti, chi un primo, un secondo o un dolce e direi che ciascun partecipante decide cosa cucinare e cosa condividere e se avremo più dolci o più antipasti pace e bene, vorrà dire che mangeremo più dolci o più antipasti!

Vi propongo di vederci, per il picnic, domenica 7 giugno alle 12,30 a Firenze. Il picnic sarà un pic nic vero e proprio, seduti su un prato, quindi portate anche un telo (non necessariamente a quadretti!). Il luogo esatto e il modo per raggiungerlo facilmente ve lo comunico fra qualche giorno sempre per email. Do ovviamente per scontato che ciascuno/a è libero di portare con sè i propri familiari o chiunque ritenga opportuno invitare al picnic delle candidate e dei candidati del Sì, purchè muniti di cibo da condividere!

So bene che molti avranno già preso impegni o magari hanno programmato meritate vacanze, quindi chi non potesse venire è giustificato a priori, spero comunque che ci potrete essere e di potervi dunque rivedere.

A prestissimo e grazie ancora per tutto quello che avete fatto in questo mese in tutta la regione.

Tommaso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...